Crea sito

Preselezione San Giovanni Persiceto - L'abc dell'operatore socio sanitario

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Preselezione San Giovanni Persiceto

I quiz dei concorsi delle ASL 2° parte

Preselezione dell'Azienda pubblica di Servizi alla Persona "Seneca"
San Giovanni Persiceto e Sant'Agata Bolognese



PROVA PRESELETTIVA 2° TURNO_____________________

001. Favorisce l'integrazione professionale fra i ruoli:
A Uscire periodicamente a cena insieme.
B Evitare contaminazioni culturali fra le diverse figure professionali.
C La partecipazione all'èquipe per il PAI.

002. Deficit di memoria sta ad AMNESIA come difficoltà di deglutizione sta a _____________
A DISFAGIA.
B AFASIA.
C NARCOLESSIA.

003. La memoria procedurale ha a che fare con:
A Il ricordo di avvenimenti futuri.
B La memoria di lavoro.
C La memoria di abitudini.

004. Nelle persone anziane si verifica:
A Un aumento della massa adiposa.
B Una diminuzione della massa muscolare.
C Entrambe le risposte proposte sono corrette.

005. Ti sei accostato dal lato destro ad una persona con demenza seduta in carrozzina e la persona ha reagito aggredendoti fisicamente in modo improvviso. Ciò può essere dovuto a:
A Eminattenzione.
B Tratti caratteriali di aggressività della persona.
C Antipatia della persona nei confronti dell'operatore.


006. Quando un utente anziano è a forte rischio di caduta e non è cognitivamente integro:
A Si deve accertare il rischio di caduta perché non è riguardoso nei confronti della dignità umana I'impiego di strumenti di contenzione fisica.
B E' utile pianificare, solo per il tempo necessario, interventi di tutela, individualizzati e riguardosi della dignità umana, da parte dell'intera èquipe professionale.
C E' indispensabile fare ricorso a strumenti di contenzione per evitare i rischi di una caduta, certamente pericolosi e dannosi per la sua qualità di vita.

007. Quando I'anziano è in fase terminale, diventa determinante per la sua qualità di vita:
A L'intervento infermieristico piuttosto che quello assistenziale prestato dagli OSS.
B La consapevolezza dei gesti e del modo di toccare da parte dell'OSS.
C La precisione, l'accuratezza nell'applicazione dei protocolli per evitare complicanze inutili.

008. In base alla normativa in materia di accreditamento dei servizi sociosanitari della Regione Emilia Romagna la denominazione "Casa Residenza" sostituisce la precedente denominazione di:
A R.S.A.
B Entrambe le risposte proposte sono corrette.
C Casa Protetta.

009. Qualsiasi modificazione osservata nell'anziano durante il turno di lavoro deve essere:
A Riferita all'Infermiere.
B Riferita al R.A.A.
C Riportate in consegna.

010. Quale, fra le seguenti attività, non è di pertinenza dell'OSS?
A Collabora all'ottimizzazione dell'impiego delle risorse umane disponibili.
B Collabora alla verifica della qualità del servizio.
C Collabora all'attuazione di sistemi di verifica degli interventi.


011. Antisepsi è:
A La condizione in cui è altamente improbabile la sopravvivenza di un microrganismo.
B Il procedimento chimico o fisico che si propone di abbassare il numero di microrganismi patogeni a livello di sicurezza.
C La procedura che distrugge o inibisce la moltiplicazione dei microrganismi presenti sui tessuti viventi.

012. Un utente anziano, cognitivamente integro, non riesce a prendere sonno. L'OSS può:
A Cercare di comprendere se c'è qualcosa che lo disturba e aiutare l'anziano a superare il momento di difficoltà, attraverso il dialogo.
B Cercare di convincerlo a dormire spiegandogli che il sonno è importante per la sua salute.
C Fare immediatamente ricorso alla terapia al bisogno per evitare all'anziano di perdere ore di sonno preziose per la sua salute.

013. Un indicatore di risultato è:
A Un segnale di allarme.
B Un rapporto fra valori numerici di grandezze diverse.
C Un elemento da cui si comprende che si è raggiunto un obiettivo.

014. L'autorizzazione al funzionamento di un Servizio sociosanitario è:
A L'atto rilasciato dal Comune capodistretto con cui viene attribuita, a un Servizio sociosanitario, la competenza a erogare quel servizio con la garanzia di una qualità controllata.
B L'atto rilasciato dal Comune in cui a sede il Servizio che verifica la presenza dei requisiti "minimi".
C L'autorizzazione ad applicare il Piano operativo del Servizio rilasciata dal Responsabile del Servizio.

015. Quando un famigliare chiede a un OSS informazioni relative agli aspetti assistenziali del proprio congiunto è bene che l'OSS:
A Fornisca tranquillamente tutte le informazioni assistenziali di cui è in possesso avvalendosi anche delle consegne.
B Lo inviti a parlare con l'infermiere in modo che possa avere informazioni più complete.
C Lo inviti a parlare con il (Responsabile) R.A.A. in modo che possa ottenere informazioni più esaurienti.


016. Per scrivere in modo corretto le consegne è utile impiegare un linguaggio:
A Descrittivo.
B Tecnicistico.
C Sintetico.

017. Dovendo comunicare con un anziano molto sordo è utile:
A Ridurre al minimo le occasioni di comunicazione per evitargli inutili frustrazioni.
B Alzare molto la voce per essere sicuri di farsi sentire.
C Usare canali sensoriali alternativi.

018. Durante le attività assistenziali di base di routine i guanti monouso vanno utilizzati:
A Quando si entra in contatto con tutti i liquidi corporei compreso il sudore.
B Sempre e comunque per tutte le attività con l'anziano.
C Quando si entra in contatto con mucose e cute non integra, con sangue, liquidi organici, secrezioni, escrezioni.

019. Autonomia e autosufficienza sono sinonimi?
A Sì.
B No.
C Dipende dal contesto.

020. Quando, fra colleghi di lavoro, si verificano differenze di opinioni in merito agli interventi che si ritengono utili con un utente, è indispensabile:
A Sapere assumere il punto di vista del famigliare dell'utente.
B Sapere assumere il punto di vista dell'utente.
C Essere capaci di fare valere il proprio punto di vista.


021. Accade che i famigliari degli utenti sembra non comprendano la reale gravità delle condizioni del congiunto. Ciò è dovuto al meccanismo difensivo:
A Negazione.
B Fuga.
C Proiezione.

022. L'acronimo ADL indica:
A Articolazione di livelli.
B Attività di vita quotidiana.
C Assemblea dei lavoratori.

023. Il PAI è uno strumento di:
A Analisi di difficoltà degli operatori nella gestione degli utenti.
B Progettazione di interventi relativi agli utenti.
C Sintesi dei problemi relativi agli utenti.

024. Nella sindrome da immobilizzazione si può verificare:
A Infiammazione della colecisti.
B Affaticamento del cuore.
C Lesioni del midollo spinale.

025. La Scala di Tinetti serve per valutare:
A L'abilità funzionale.
B Alcune capacità cognitive semplici.
C L'equilibrio e l'andatura.





PROVA PRESELETTIVA 3° TURNO


001. Una persona con demenza che presentì agnosia:
A Non è in grado di trattenere un pensiero abbastanza a lungo per compiere un'azione.
B Non è in grado di ricordare eventi recenti.
C Non è in grado di riconoscere stimoli familiari visivi, uditivi, tattili…

002. Dopo aver posturato nel letto una persona occorre:
A Tranquillizzare la persona.
B Verificare se la luce dà fastidio alla persona.
C Assicurarsi che la posizione sia sicura e di gradimento per la persona.

003. Quale dei termini proposti integra la serie?
occipite - processi spinosi vertebrali - scapole - sacro - talloni - tibia - malleoli
A Rischio di cadute.
B Osteoporosi.
C Lesioni da decubito.

004. IPOACUSIA sta a diminuzione della vista come ______________ sta a mancanza di appetito.
A DISFASIA.
B EPILESSIA.
C ANORESSIA.

005. Quando I'operatore entra in camera per I'alzata, I'anziano protesta che vuole restare ancora a letto. L'OSS allora:
A Lo asseconda proponendogli di alzare prima il compagno di stanza, ma precisando che subito dopo tocca a lui perché gli operatori hanno dei tempi da rispettare.
B Gentilmente gli spiega che è l'ora di alzarsi e lo sollecita promettendogli che a colazione gli darà qualcosa di speciale.
C Cerca di capire se I'anziano ha qualche problema e poi Io lascia dormire proseguendo il suo lavoro con gli altri utenti già svegli.

006. Quale, fra i comportamenti e gli atteggiamenti indicati di seguito, ritieni meno professionale?
A Non chiudere la porta della camera quando si eseguono interventi con I'anziano.
B Non indossare una divisa perfettamente pulita e in ordine.
C Chiamare a voce alta un collega nel corridoio.

007. Quando una persona anziana fa riferimento al tema della morte nel dialogo con l'operatore è importante che I'OSS:
A Accolga e legittimi il sentimento sotteso e prosegua il dialogo sull'argomento proposto dall'anziano.
B Devii il discorso su argomenti più positivi per evitare che l'anziano si deprima.
C Consideri questo atteggiamento dell'anziano un modo per attirare I'attenzione dell'operatore.

008. Un ospite affetto da demenza di notte si alza, entra nelle altre stanze, va ad aprire gli armadi e a toccare gli altri anziani nel letto. E' utile che gli operatori:
A Cerchino di fargli capire che è notte e che è I'ora di dormire e lo riaccompagnino a letto.
B Gli offrano qualcosa da bere o da mangiare e lo intrattengano per un po' con sé proponendogli qualche attività tranquilla che sia di suo gradimento prima di provare a farlo riaddormentare.
C Chiudano le porte delle altre stanze e mettano le sponde a letto dell'anziano segnalando la cosa in consegna e richiedendo al medico di provvedere a prescrivere l'utilizzo delle sponde.

009. L'accesso di una persona anziana in un servizio residenziale in regime di convenzione richiede:
A Una valutazione neuropsicologica.
B Una visita del Medico di Medicina Generale.
C Le valutazione dell'Assistente Sociale Responsabile del Caso.

010. Per un Servizio per anziani della Regione Emilia Romagna la responsabilità gestionale unitaria è una condizione per ottenere:
A L'autorizzazione ad operare nella rete dei servizi territoriali.
B La partecipazione al Piano di Zona.
C La concessione dell'accreditamento.

011. Anche se fai fatica a comprendere quello che un ospite affetto da demenza ti sta dicendo a causa della sua afasia fluente:
A Lo ascolti ugualmente, gli sorridi e dimostri di apprezzare ciò che dice, ma non dici nulla per non fargli vedere che non hai capito ciò che sta dicendo.
B Lo ascolti ugualmente e, ogni tanto, gli chiedi di ripetere ciò che ha detto spiegandogli che non hai capito.
C Lo ascolti ugualmente, gli rinvii alcune delle sue parole anche se sono prive di senso, rispecchiando l'intonazione della sua voce.

012. Da alcuni giorni noti un arrossamento al sacro di un anziano:
A Segnali ogni volta la cosa all'infermiere invitandolo a verificare di persona perché si tratta di aspetti del suo lavoro.
B Annoti ogni volta nella consegna ciò che hai osservato perché l'informazione giunga all'équipe.
C Dopo che, per tre volte, hai segnalato la cosa all'infermiere, lo solleciti a intervenire prima che l'arrossamento si trasformi in ulcera.

013. Il principio di beneficenza in geriatria implica, per tutti gli operatori, il dovere di:
A Passare informazioni sempre corrette e chiare all'anziano e/o ai suoi caregivers.
B Rispettare le confidenze ricevute dagli anziani.
C Rispondere ai bisogni fisici e alle esigenze emotive, sociali, spirituali degli anziani.

014. Il termine ATROFIA indica:
A Il cattivo funzionamento di un organo o la presenza di anomalie in un tessuto.
B L'eccessivo sviluppo o I'aumento di volume di un organo o di un tessuto.
C Il ridotto sviluppo o la riduzione di volume di un organo o di un tessuto.

015. La scelta di utilizzare le spondine al letto di un anziano è a carico di:
A Equipe multiprofessionale.
B Medico dell'anziano.
C Famigliari.


016. Il famigliare di un ospite è sempre preoccupato che al congiunto non manchi nulla e siano date tutte le cure necessarie. E' utile che gli operatori:
A Gli forniscano, prima ancora che gliele chieda, tutte le informazioni relative alle condizioni del congiunto ed agli interventi fatti nei suoi confronti.
B Ogni volta che domanda qualcosa forniscano, con pazienza, risposta alle sue domande.
C Evitino il più possibile di incontrarlo per non alimentare le sue ansie.

017. Un anziano ospite da circa un anno in una Casa Protetta preferisce rimanere nella propria camera e vorrebbe restarvi anche ai pasti perché non gradisce la compagnia degli altri ospiti che considera ignoranti, vecchi e malati. Questo atteggiamento può essere dovuto a:
A Bisogno di attirare l'attenzione e quindi va contrastato perché la socializzazione è importante.
B Bisogno di sentirsi diverso dagli altri e quindi va riconosciuto e rispettato per quanto possibile.
C Altezzosità e disprezzo degli altri e quindi occorre fargli capire che sono tutti uguali.

018. La Carta dei Servizi è:
A Uno strumento informativo per consentire una scelta consapevole del Servizio.
B Una forma di impegno del Servizio verso il cittadino utente.
C Entrambe le risposte proposte sono corrette.

019. Il M.M.S.E. è:
A Un test per la valutazione cognitiva.
B Un test per la valutazione dell'equilibrio e dell'andatura.
C Un indice di funzionalità.

020. Nella consegna:
A É meglio utilizzare un linguaggio descrittivo e concreto.
B Vanno segnalate solo le variazioni negative rispetto alla routine.
C E meglio se scrive un solo operatore a nome dei colleghi per evitare confusione.


021. Ti è già capitato due volte di trovare i panni sporchi dell'anziano lasciati a terra nella camera dell'utente:
A Non dici nulla per evitare discussioni inutili e ti accolli l'onere di sistemare i panni dove vanno messi.
B Lo fai presente ai colleghi e chiedi loro maggiore attenzione offrendo la tua disponibilità se hanno bisogno di aiuto.
C Segnali la cosa al Responsabile (R.A.A.).

022. La figura di OSS afferisce alle professioni sanitarie?
A Dipende dal contesto in cui opera.
B Sì, afferisce alle professioni sanitarie.
C No, non afferisce alle professioni sanitarie.

023. Come deve essere regolato il letto per garantire un corretto posizionamento ed una buona distribuzione delle pressioni del corpo?
A 0 Gradi.
B 30 Gradi.
C 45 Gradi.

024. In quale caso, per un trasferimento letto/carrozzina è vietato eseguire una movimentazione manuale dell'ospite?
A Se nel PAI vi è l'indicazione dell'impiego del sollevatore.
B Se l'ospite supera i 60 Kg di peso.
C Se l'ospite non è collaborante.

025. Il provvedimento che individua la figura e il relativo profilo di Operatore Socio Sanitario è:
A Accordo Stato - Regioni del 22 febbraio 2001.

B Legge nazionale 328/2000.
C D.M. 739/94.

L'Azienda pubblica di Servizi alla Persona "Seneca"
PROVA PRESELETTIVA 4° TURNO_____________________

001. Quale, fra i seguenti esempi, indica un'azione di prevenzione terziaria in età senile?
A Controllo di malattie clinicamente non testate (ad es. diabete, tumori…).
B Corretta alimentazione.
C Riabilitazione.

002. Per Qualità di un Servizio si intende:
A La capacità del Personale di corrispondere alle attese dei superiori.
B La misura della corrispondenza fra servizi attesi e servizi prestati.
C Il perfetto funzionamento di tutte le attività del Servizio.

003. Il raggiungimento e/o il mantenimento del peso corporeo è un obiettivo essenziale:
A Nella cura delle demenze.
B Nella cura della diarrea.
C Nella cura del diabetico.

004. Un OSS che ha rilevato la pressione arteriosa di un utente senza avere ricevuto esplicito incarico da parte dell'Infermiere:
A Ha svolto una mansione che gli compete.
B Non è in errore solo se I'utente non ha patologie particolari.
C Si è assunto una responsabilità che non gli compete.

005. Nella fase conclusiva della vita, per un anziano, è particolarmente vero che:
A Guardare al proprio passato rappresenta un bisogno significativo del presente.
B Parlare della morte è un vero tabù.
C Quasi sempre I'anziano rinuncia a combattere e a reagire.


006. Il famigliare dell'anziano che recrimina costantemente nei confronti di operatori e servizio esprime attraverso questo suo comportamento:
A Bisogno di attenzione e atteggiamento onnipotente.
B Sentimenti negativi come inadeguatezza e rabbia.
C Egoismo e arroganza.

007. La maggior parte delle infezioni correlate all'assistenza sanitaria e causata da:
A Batteri e virus.
B Funghi.
C Parassiti.

008. La cura del buon funzionamento di un gruppo di lavoro è responsabilità di:
A Coordinatore del Servizio.
B Tutto il gruppo di lavoro interdisciplinare.
C Responsabile delle Attività Assistenziali.

009. Un documento scritto che dà indicazioni su operazioni semplici o su sequenze di atti organizzativi è:
A Un protocollo di lavoro.
B Una procedura.
C Un piano di lavoro.

010. Quando c'è un ostacolo da rimuovere o un limite da superare si è di fronte a:
A Un bisogno.
B Un problema.
C Un'urgenza.

011. Quale, fra le seguenti affermazioni a proposito dell'uso della contenzione, è vera?
A La contenzione migliora la disorganizzazione dei comportamenti della persona confusa.
B La contenzione diminuisce il disorientamento.
C La contenzione aumenta la possibilità di cadute.

012. Per favorire l'accettazione del bagno settimanale da parte di una persona con demenza può essere utile?
A Impiegare tende e paraventi che aumentino il senso di privacy e nascondano parte della stanza da bagno alla vista della persona.
B Provvedere all'intervento del bagno nel modo più rapido possibile al fine di prevenire stati di agitazione.
C Evitare di informare in anticipo la persona in merito a giorno e orario del bagno per scongiurare la comparsa di inutili ansie.

013. Quale dei termini proposti integra la serie?
perdita di memoria - deficit strumentali - deficit funzionali - alterazioni di comportamento

A Demenza moderata.
B Demenza in stadio lieve.
C Deterioramento cognitivo.

014. Chi è il Responsabile del Caso?
A Colui che raccoglie dati e informazioni in merito al trend della domanda dei servizi.
B Il responsabile del PAI che opera al fine di creare accordo fra i membri dell'equipe in merito alla gestione degli utenti.
C L'interlocutore di riferimento per le persone e le famiglie che opera nell'ambito di un gruppo multiprofessionale di lavoro al fine di erogare servizi in modo unitario e coordinato.


015. Quando I'anziano tende a rifiutare il cibo l'OSS:
A Deve limitarsi a segnalare in consegna il comportamento dell'utente.
B Può proporre cibi di particolare gradimento per la persona ponendo particolare attenzione alla relazione interpersonale.
C Nel ruolo di OSS-tutor può sollecitare i famigliari dell'utente a dimostrare il proprio affetto all'anziano anche fermandosi a mangiare insieme all'anziano o accompagnandolo a mangiar fuori.

016. Quando si utilizza l'empatia nella relazione di cura:
A Si è in grado di avvicinarsi al mondo affettivo dell'utente.
B Si trasferiscono sull'interlocutore i nostri sentimenti ed emozioni.
C Si mantiene la giusta distanza professionale.

017. Nell'organizzazione dei Servizi per anziani della Regione Emilia Romagna, l'OSS risponde gerarchicamente a:
A Responsabile delle Attività Assistenziali (R.A.A.).
B Infermiere in turno.
C Responsabile Infermieristico.

018. Uno dei principi etici a cui deve ispirarsi il lavoro dell'OSS è:
A Principio di cura.
B Principio di riservatezza.
C Principio di identità.

019. Aspetti di contenuto e di relazione hanno a che fare con:
A Entrambe le risposte proposte sono corrette.
B La compilazione di scale di valutazione geriatrica.
C Le interazioni umane e la comunicazione.


020. Nel caso in cui un utente anziano si comporti in modo disinibito con l'operatore è corretto che l'operatore:
A Lo rimproveri immediatamente per il suo comportamento e gli spieghi che dovrà riferire ai superiori.
B Gli ricordi il proprio ruolo, esprime il suo non gradimento per il comportamento subito chiedendo che non si verifichi più.
C Chiarisca subito e senza ambiguità che deve vergognarsi dei suoi atteggiamenti e gli intimi di non permettersi mai più di comportarsi in quel modo.

021. In persone con demenza possono comparire, a carico del linguaggio:
A Disturbi percettivi.
B Parafasie semantiche.
C Deficit di concentrazione.

022. La personalizzazione dell'approccio agli utenti da parte dei diversi professionisti si ottiene attraverso:
A Il PAI.
B Le consegne.
C I protocolli di lavoro.

023. Per misurare i sintomi psichici e comportamentali delle demenze si può impiegare:
A II Mini Mental State Examination.
B La Scala di Barthel.
C Il Neuropsychiatric Inventory.

024. Quale, fra i seguenti, è il significato del termine "stigmatizzazione":
A Definire qualcosa o qualcuno in modo superficiale e sbrigativo.
B Attribuire qualità negative a una persona o a un gruppo di persone.
C Farsi un'idea di situazione sulla base di convinzioni personali, senza conoscenza diretta dei fatti.


025. Il Terzo Settore è uno dei soggetti della Rete dei Servizi?
A No.
B Solo quando occorre.
C Si.

























L'Azienda pubblica di Servizi alla Persona "Seneca"

ASP SENECA - PROVA PRESELETTIVA - 4° GRUPPO


1) Uno dei principi etici a cui deve ispirarsi l'OSS è:
· A- principio di riservatezza
· B- principio di identità
· C- principio di cura

2) Nella fase conclusiva della vita , per un anziano, è particolarmente vero che:
· A- guardare al proprio passato rappresenta un bisogno significativo del presente
· B- quasi sempre l'anziano rinuncia a combattere e a reagire
· C- parlare della morte è un vero tabù

3) Nell'organizzazione dei Servizi per anziani della Regione Emilia Romagna, l'OSS risponde gerarchicamente a:
· A - Infermiere di turno
· B - Responsabile Infermieristico
· C - Responsabile delle Attività Assistenziali (RAA)

4) Per qualità di un servizio si intende:
· A - il perfetto funzionamento di tutte le attività del servizio
· B - la misura della corrispondenza fra servizi attesi e servizi prestati
· C - la capacità del personale di corrispondere alle attese dei superiori

5) Quando l'anziano tende a rifiutare il cibo l'OSS:
· A - nel ruolo di OSS tutor può sollecitare i famigliari dell'utente a dimostrare il proprio affetto all'anziano o accompagnarlo a mangiar fuori
· B- deve limitarsi a segnalare in consegna il comportamento dell'anziano
· C - può proporre cibi di particolare gradimento per la persona ponendo particolare attenzione alla relazione interpersonale

6) Quale dei termini proposti integra la serie?
perdita di memoria - deficit strumentali - deficit funzionali - alterazioni di comportamento
· A - deterioramento cognitivo
· B - demenza moderata
· C - demenza in stadio lieve

7) La personalizzazione dell'approccio agli utenti da parte dei diversi professionisti si ottiene attraverso:
· A . il PAI
· B - le consegne
· C .- i protocolli di lavoro

8) In persone con demenza possono comparire, a carico del linguaggio:
· A - disturbi percettivi
· B - parafasie semantiche
· C - deficit di concentrazione

9) Per misurare i sintomi psichici e comportamentali delle demenze si può impiegare:
· A - il Neuropsychiatric Inventory
· B - il Mini Mental State Examination
· C - la Scala di Barthel

10) Quale, fra i seguenti, è il significato del termine "stigmatizzazione":
· A -Farsi un'idea di situazioni sulla base di convinzioni personali, senza conoscenza diretta dei fatti
· B -Definire qualcosa o qualcuno in modo superficiale
· C -Attribuire qualità negative a una persona o un gruppo di persone

11) Per favorire l'accettazione del bagno settimanale da parte di una persona con demenza può essere utile:
· A - evitare di informare in anticipo la persona in merito a giorno e orario del bagnoper scongiurare la comparsa di inutili ansie
· B - impiegare tende e paraventi che aumentino senso di privacy e nascondano parte della stanza da bagno alla vista della persona
· C - provvedere all'intervento del bagno nel modo più rapido possibile al fine di prevenire stati di agitazione

12) Nel caso in cui un utente anziano si comporti in modo disinibito con l'operatore è corretto che l'operatore :
· A - chiarisca subito e senza ambiguità che deve vergognarsi dei suoi atteggiamenti e gli intimi di non permettersi mai più di comportarsi in quel modo
· B - gli ricordi il proprio ruolo, esprima il suo non gradimento per il comportamento subito e gli chieda che non si verifichi più
· C - lo rimproveri immediatamente per il suo comportamento e gli spieghi che dovrà riferire ai suoi superiori

13) Chi è il responsabile del caso?
· A - colui che raccoglie dati e informazioni in merito al trend della domanda dei servizi
· B - l'interlocutore di riferimento per le persone o le famiglie che opera nell'ambito di un gruppo multiprofessionale di lavoro al fine di erogare i servizi in modo unitario e coordinato
· C - il responsabile del PAI che opera al fine di creare accordo fra i membri dell'équipe in merito alla gestione degli utenti

14) Un documento scritto che dà indicazioni su operazioni semplici o su sequenze di atti organizzativi è:
· A- Un protocollo di lavoro
· B - Una procedura
· C - Un piano di lavoro

15) Quando c'è un ostacolo da rimuovere o un limite da superare si è di fronte a:
· A - un bisogno
· B - un problema
· C - un'urgenza

16) Quando si utilizza l'empatia nella relazione di cura:
· A - si mantiene la giusta distanza professionale
· B - si trasferiscono sull'interlocutore i nostri sentimenti ed emozioni
· C - si è in grado di avvicinarsi al mondo affettivo dell'utente

17) Il Terzo Settore è uno dei soggetti della Rete dei Servizi?
· Sì
· Solo quando serve
· No

18) aspetti di contenuto e di relazione hanno a che fare con:
· A - entrambe le risposte sono corrette
· B - la compilazione di scale di valutazione geriatria
· C - le interazioni umane e la comunicazione

19) Il raggiungimento e/o il mantenimento del peso corporeo è un obiettivo essenziale :
A - nella cura del diabetico
B - nella cura delle demenze
C - nella cura della diarrea

20) la cura del buon funzionamento del gruppo di lavoro è responsabilità di:
· A - Responsabile delle Attività Assistenziali
· B - Coordinatore del Servizio
· C - Tutto il gruppo di lavoro interdisciplinare

21) La maggior parte delle infezioni correlate all'assistenza sanitaria è causata da:
· A - parassiti
· B - batteri e virus
· C - Funghi

22) Il famigliare dell'anziano che recrimina costantemente nei confronti di operatori e servizio esprime attraverso questo suo comportamento.
· A - Sentimenti negativi come inadeguatezza e rabbia
· B - Bisogno di attenzione e atteggiamento onnipotente
· C - Egoismo ed arroganza

23) Un OSS che ha rilevato la pressione arteriosa di un utente senza aver ricevuto esplicito incarico da parte dell'infermiere:
· A - ha svolto una mansione che gli compete
· B - si è assunto una responsabilità che non gli compete
· C - non è in errore solo se l'utente non ha patologie particolari

24) Quale, fra le seguenti affermazioni a proposito dell'uso della contenzione, è vera?
· A - La contenzione diminuisce il disorientamento
· B - La contenzione aumenta la possibilità di cadute
· C - La contenzione migliora la disorganizzazione dei comportamenti della persona confusa

25) Quale fra i seguenti esempi indica un'azione di prevenzione terziaria in età senile?
· A - Controllo di malattie clinicamente non testate ( es. diabete, tumori ecc….)
· B - Corretta alimentazione
· C - Riabilitazione




RISPOSTE

1-A 2-A 3-C 4-B 5-C 6-B 7-A 8-B 9-A 10-C 11-B 12-B 13-B 14-B 15-B 16-C

17-A 18-C 19-B 20-C 21-B 22-A 23-A 24-B 25-C




































































PROVA PRESELETTIVA 4° TURNO_____________________

001. Quale, fra i seguenti esempi, indica un'azione di prevenzione terziaria in età senile?
A Controllo di malattie clinicamente non testate (ad es. diabete, tumori…).
B Corretta alimentazione.
C Riabilitazione.

002. Per Qualità di un Servizio si intende:
A La capacità del Personale di corrispondere alle attese dei superiori.
B La misura della corrispondenza fra servizi attesi e servizi prestati.
C Il perfetto funzionamento di tutte le attività del Servizio.

003. Il raggiungimento e/o il mantenimento del peso corporeo è un obiettivo essenziale:
A Nella cura delle demenze.
B Nella cura della diarrea.
C Nella cura del diabetico.

004. Un OSS che ha rilevato la pressione arteriosa di un utente senza avere ricevuto esplicito incarico da parte dell'Infermiere:
A Ha svolto una mansione che gli compete.
B Non è in errore solo se L'utente non ha patologie particolari.
C Si è assunto una responsabilità che non gli compete.

005. Nella fase conclusiva della vita, per un anziano, è particolarmente vero che:
A Guardare al proprio passato rappresenta un bisogno significativo del presente.
B Parlare della morte è un vero tabù.
C Quasi sempre l'anziano rinuncia a combattere e a reagire.


006. Il famigliare dell'anziano che recrimina costantemente nei confronti di operatori e servizio esprime attraverso questo suo comportamento:
A Bisogno di attenzione e atteggiamento onnipotente.
B Sentimenti negativi come inadeguatezza e rabbia.
C Egoismo e arroganza.

007. La maggior parte delle infezioni correlate all'assistenza sanitaria e causata da:
A Batteri e virus.
B Funghi.
C Parassiti.

008. La cura del buon funzionamento di un gruppo di lavoro è responsabilità di:
A Coordinatore del Servizio.
B Tutto il gruppo di lavoro interdisciplinare.
C Responsabile delle Attività Assistenziali.

009. Un documento scritto che dà indicazioni su operazioni semplici o su sequenze di atti organizzativi è:
A Un protocollo di lavoro.
B Una procedura.
C Un piano di lavoro.

010. Quando c'è un ostacolo da rimuovere o un limite da superare si è di fronte a:
A Un bisogno.
B Un problema.
C Un'urgenza.

011. Quale, fra le seguenti affermazioni a proposito dell'uso della contenzione, è vera?
A La contenzione migliora la disorganizzazione dei comportamenti della persona confusa.
B La contenzione diminuisce il disorientamento.
C La contenzione aumenta la possibilità di cadute.

012. Per favorire l'accettazione del bagno settimanale da parte di una persona con demenza può essere utile?
A Impiegare tende e paraventi che aumentino il senso di privacy e nascondano parte della stanza da bagno alla vista della persona.
B Provvedere all'intervento del bagno nel modo più rapido possibile al fine di prevenire stati di agitazione.
C Evitare di informare in anticipo la persona in merito a giorno e orario del bagno per scongiurare la comparsa di inutili ansie.

013. Quale dei termini proposti integra la serie?
perdita di memoria - deficit strumentali - deficit funzionali - alterazioni di comportamento
A Demenza moderata.
B Demenza in stadio lieve.
C Deterioramento cognitivo.

014. Chi è il Responsabile del Caso?
A Colui che raccoglie dati e informazioni in merito al trend della domanda dei servizi.
B Il responsabile del PAI che opera al fine di creare accordo fra i membri dell'equipe in merito alla gestione degli utenti.
C L'interlocutore di riferimento per le persone e le famiglie che opera nell'ambito di un gruppo multiprofessionale di lavoro al fine di erogare servizi in modo unitario e coordinato.


015. Quando I'anziano tende a rifiutare il cibo l'OSS:
A Deve limitarsi a segnalare in consegna il comportamento dell'utente.
B Può proporre cibi di particolare gradimento per la persona ponendo particolare attenzione alla relazione interpersonale.
C Nel ruolo di OSS-tutor può sollecitare i famigliari dell'utente a dimostrare il proprio affetto all'anziano anche fermandosi a mangiare insieme all'anziano o accompagnandolo a mangiar fuori.

016. Quando si utilizza l'empatia nella relazione di cura:
A Si è in grado di avvicinarsi al mondo affettivo dell'utente.
B Si trasferiscono sull'interlocutore i nostri sentimenti ed emozioni.
C Si mantiene la giusta distanza professionale.

017. Nell'organizzazione dei Servizi per anziani della Regione Emilia Romagna, l'OSS risponde gerarchicamente a:
A Responsabile delle Attività Assistenziali (R.A.A.).
B Infermiere in turno.
C Responsabile Infermieristico.

018. Uno dei principi etici a cui deve ispirarsi il lavoro dell'OSS è:
A Principio di cura.
B Principio di riservatezza.
C Principio di identità.

019. Aspetti di contenuto e di relazione hanno a che fare con:
A Entrambe le risposte proposte sono corrette.
B La compilazione di scale di valutazione geriatrica.
C Le interazioni umane e la comunicazione.


020. Nel caso in cui un utente anziano si comporti in modo disinibito con l'operatore è corretto che l'operatore:
A Lo rimproveri immediatamente per il suo comportamento e gli spieghi che dovrà riferire ai superiori.
B Gli ricordi il proprio ruolo, esprime il suo non gradimento per il comportamento subito chiedendo che non si verifichi più.
C Chiarisca subito e senza ambiguità che deve vergognarsi dei suoi atteggiamenti e gli intimi di non permettersi mai più di comportarsi in quel modo.

021. In persone con demenza possono comparire, a carico del linguaggio:
A Disturbi percettivi.
B Parafasie semantiche.
C Deficit di concentrazione.

022. La personalizzazione dell'approccio agli utenti da parte dei diversi professionisti si ottiene attraverso:
A Il PAI.
B Le consegne.
C I protocolli di lavoro.

023. Per misurare i sintomi psichici e comportamentali delle demenze si può impiegare:
A II Mini Mental State Examination.
B La Scala di Barthel.
C Il Neuropsychiatric Inventory.

024. Quale, fra i seguenti, è il significato del termine "stigmatizzazione":
A Definire qualcosa o qualcuno in modo superficiale e sbrigativo.
B Attribuire qualità negative a una persona o a un gruppo di persone.
C Farsi un'idea di situazione sulla base di convinzioni personali, senza conoscenza diretta dei fatti.


025. Il Terzo Settore è uno dei soggetti della Rete dei Servizi?
A No.
B Solo quando occorre.
C Si.

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu